Il Litorale

La prime zone che vogliamo segnalarvi, procedendo da est verso ovest, sono Punta bianca, San leone lido e Maddalusa, luoghi ideali per ritrovare il relax tra spiagge di sabbia fine ed i primi accenni roccia calcarea bianca, da qui ci spostiamo verso ovest e troviamo la Scala dei Turchi. Qui la principale attrazione è la possente falesia candida che si eleva alle spalle della spiaggia di sabbia finissima: è composta infatti da grandi balze che rammentano colossali gradini, modellati da secoli di vento e salsedine. Su di essi ci si può stendere a prendere il sole, e la tintarella, con tutto quel bianco abbagliante, è garantita. Poco più in là Torre Salsa, oasi del Wwf, intorno alla torre cinquecentesca che le dà il nome, si estendono oltre 700 ettari di vegetazione mediterranea battuta dal vento. Il mare è trasparente e caldo, il silenzio assoluto e sulla spiaggia lunghissima nidificano le tartarughe. Andando avanti troviamo Capo Bianco, abitato fin dall'antichità, sulla vetta del promontorio che strapiomba in mare c'è un insediamento ellenistico, Eraclea Minoa, e ai suoi piedi una lunga spiaggia sabbiosa di 5 km, la foce del fiume Platani e un'ombrosa pineta. Anche qui è tutto protetto. Non è soggetta a vincoli, la spiaggia di Porto Palo a Menfi, per circa dieci anni consecutivi  ha ottenuto la bandiera blu della Fee, che verifica la qualità dei lidi e "mette i voti" anche ai servizi. Qui ci sono ristorantini, bar, pensioni, zone attrezzate: insomma tutto quel che serve oltre all'acqua, naturalmente pulitissima. L'ultimo angolo selvatico è la riserva della Foce del Fiume Belice, dalla quale si accede ad una spettacolare distesa di sabbia fine orlata di dune punteggiate di gigli selvatici e bagnata dall'acqua trasparente del Mediterraneo.

Timber by EMSIEN-3 LTD